" INVESTIGACION EN RED "

 SU LA SCIENZA NUOVA, CREATIVIT└ ED I NUOVI PARADIGMI

               

 DIALOGOS CON IL PROF. PAOLO MANZELLI

Firenze, 20 maggio

Caro Miguel , ti ringrazio per la pubblicizzazione dell' articolo . Lo ho scritto come inizio alla strategia che spero ci portera a organizzare il Seminario di Novembre 2007 su  LA SCIENZA della Qualita'. La gente ormai non crede piu alla Scienza proprio per il riduzionismo quantitativo e meccanico che e stato valido nella societa industriale non ha piu  valore nella futura societa della economia della Conoscenza.  Ad esempio ci rivolgiamo ancora ad uno spazio geometrico di EUCLIDE che ha una sola coordinata temporale e te coordinate spaziali come setutto quanto fosse inquadrabile in CUBETTI . Infatti gia EINSTEIN capiche gia' uno spazio "non EUCLIDIANO" ERA QUELLO DELLA SFERA , e applicando coordinate sferiche sostitui il concetto di Gravita come attrazione verso il centro della terra , come un effetto relativo alla piegatura sferoidale dello spazio. La Reletivita generale EINSTEIN non riusci pero' a concepirla , percheil suo spazio curvo rimase nel campo di una sola coordinata tempo. Cio significa che c' e' sempre nella relativita ristretta  un prima ed un dopo nel tempo.  Cio vuol dire che ogni coincidenza temporale o sincronicita  non appartiene alle tradizionali leggi della scienza ameno che le coincidenze temporali non siano interpretate come del tutto casuali. La Scienza quindi e divenuta Probabilistica. Per ammettere il sincronismo di eventi che avvengono nel tempo , come nel caso che le PARTICELLE QUANTICHE che allo stesso tempo debbono essere considerate sia ONDE che PARTICELLE , e necesario cambiare le dimensioni dello Spazio TEMPO ed ammettere che esistano condizioni VIRTUALI in cui sia possibile  una bidimensionalita del Tempo cosi che in tal caso la sincronicita della doppia esistenza do ONDA e PARTICELLA sia ammissibile perche passato e futuro sono in tal caso compresenti. Cio non vale solo per l' ONDA e La Particella Quanistica ma anche per il tema piu generale che ci interessa per dar vita alla creativita scentifica che e quello delle relazioni tra MENTE e CERVELLO.

 

Note: Virtual Info-Wave lives in a hyperflat space time where the variation of Space(w.s) = konstant at infinitum as the variation of time (w.t) = konstant .Therefore the race w.s / w.t is ZERO at any time so that the simulaneity is a property of the virtual hyperflat bidimensional space and time. 

Per tanto per superere le logiche quantitative della scienza meccanicae necessario modificare i postulati delle scienza generare  a forme diverse ed interattive del divenire dello spazio-tempo, infatti oggia gli inizi di un nuovo secolo non e sufficiente il passaggio da una struttura a geometria Euclidea dello spazio tempo  a Quella Sferica pensata da EINSTEIN dando vita alla  Relativita Ristretta agli inizi del secolo scorso. La qualita infatti e essenzialmene composta alla varieta delle forme enon dalla quantita delle cose. Cosi il DNA non contiene solo la informazione genetica per realizzare sufficienti quantitativi di Proteine ma scambia informazione per generare anche le forme che servono al riconoscimento univoco di ciascuno di noi.

Un caro saluto Paolo

 Lima, 20 maggio

Caro Paolo:

Condivido con entusiasmo la tua idea di organizzare il Seminario di Novembre 2007 su LA SCIENZA della Qualita. Vedi Nota 1 (*) 
Non credo esagerare, se ti dico che tu estai chiamato a dare contribuzioni sostanziali allo sviluppo della scienza in Óreas di fondamentale interŔs. E nonostante la tua saggeza, Ŕ quasi normale capire che non sia compreso per tutti, poichÚ poche menti hanno la sottigliezza di captare a profonditÓ ed in extensi˛n, le conoscenze che possono cambiare paradigmi.
Credo che sia veritÓ che non tutti hanno la base di conoscenze m¨ltiple in scienze esatte, e Ŕ normale che non se ti intendano a¨n quelli cientýfici chiusi delle sue visioni ed ortodossia, e che in realtÓ, si spaventino di non capire una visi˛n della scienza tanto lontana del sui parÓmetri clÓsicos come tuo l'hai descritto tanto bene.

Credo che per i fine del Seminario, serýa migliore stabilire due area di sviluppo:
1) Una Órea temÓtica di ricerca della scienza nuova che tuo proponi 
2) Una secondo Órea di le sue applicazioni allo sviluppo della societÓ della conoscenza, piu applicata e di difusione per un p¨blico piu ampio, formato per persone no-specialista in quýmica, fýsica e matemÓticas o biologýa, ma con altre conoscenze e specialitÓ umanistica, e che abbiamo enormi desideri di riuscire contribuzioni valuabile nella formazione della nuova economia della conoscenza, e la creativitÓ.
In cosecuencia, ti propongo continuare a sviluppare le basi da queste due aree, ma soprattutto, il secondo, per lo quale propongo di creare una "pagina di dialogo " che contenga, (tanto in italiano come in spagnolo), alcuni conoscenze fÓciles di capire ed attrattive per motivare la mÓs ampio participaci˛n degli altri specialisti come me, in psicologýa, educaci˛n e scienze sociali varie, asý come di persone con altri comocimientos e capacitÓ.Certo di un tuo appoggio, apro un' pagina web in Egocreanet Peru, nel quale possiamo pubblicare i tuoi contributi su inglŔs ed italiano ed i pubblicazioni sul tema con autori e studiosi di Egocreanet, hanno lanciato ed edito in Internet che io poso inserire in spagnolo, asý come alcuni idee proprie.
Inizio con la seguente presentazione dell' pagina web: http://www.reocities.com/egocreanetperu/riscoprendo_applicazioni.htm

------------

(*)Comentario: Di acordo con L. V. Bertalanffy, la scienza estÓ riscoprendo la potenza della cosa soggettiva che collassando il sistema anteriore di credenze, e si riafferma in tutte le aree della scienza, cambio di Paradigmi.(1) La scienza ha basato le sue scoperte sugli strumenti che furono perfezionandosi. Modelli matematici pi¨ sofisticati sviluppano nuove concezioni. Kant, Aristotele, Cartesio formulano concetti e spiegazioni che divengono assolute. La scienza moderna espone dubbi su questa categorizzazione della realtÓ sulla base di presupposti filosofici che non sarebbero categorie assolute altro che una concezione 
della realtÓ, o una forma tra altri possibile di percepire la realtÓ. La scienza moderna utilizza questi o altre forme a modo di avvicinamenti soddisfacenti. Le categorie sono intercambiabili di accordo all'indeterminismo; le leggi della natura hanno carattere statistico-probabilÝstico. Vediamo cosicchÚ le Categorie di Tempo-spazio e Materia non si considerano oramai categorie assolute. Il determinismo stretto della fisica classica Ŕ sostituito nella fisica quantica per un indeterminismo. In quello senso la concezione assolutista di altri tempi Ŕ e della fisica classica Ŕ rimpiazzata per un relativismo scientifico.
(1)Bertalanffy, L.V.: "Teoria generale di Sistemi", Fondo di Cultura Economica, Mexico, 1984, pp.238

________________